Sito sulla lotta contro gli insetti domestici

Periodo di incubazione dell'encefalite da zecche nell'uomo

Durante il periodo di incubazione per l'encefalite trasmessa da zecche, è importante monitorare l'aspetto di eventuali sintomi sospetti - ne parliamo più avanti ...

Fortunatamente oggi quasi tutti sanno bene che le zecche sono portatrici di malattie infettive pericolose, tra le quali l'encefalite trasmessa dalle zecche è particolarmente notevole. E quando rileva se stesso dopo un parassita calpestato, è abbastanza comprensibile che possa essere contagioso.

Se un segno di spunta è appena stato rimosso dalla pelle, puoi immediatamente portarlo per l'analisi al laboratorio. In una situazione in cui l'infezione del parassita è confermata, sarà solo necessario iniettare immunoglobuline per la prevenzione di emergenza dell'encefalite da zecche e la malattia non si svilupperà con probabilità quasi del 100%.

Tuttavia, molte persone trascurano le misure precauzionali e iniziano a pensare a una possibile infezione non immediatamente, ma solo dopo un po 'di tempo, quando quel segno di spunta non si trova più e la prevenzione viene eseguita in ritardo (è efficace solo nei primi 3-4 giorni dopo il morso).

Ha senso fare la prevenzione di emergenza dell'encefalite da zecche solo nei primissimi giorni dopo il morso, e quindi questa misura non sarà più efficace.

In questo caso, c'è solo una possibilità: osservare la condizione della persona affetta e, ai primi sintomi della malattia, andare in ospedale e iniziare il trattamento. Dopo essere stato morso da una zecca encefalitica, se l'organismo è infetto, la durata del periodo di incubazione di encefalite trasmessa da zecche in una persona è di diversi giorni - in questo momento, è impossibile dire da segni esterni se la malattia si sviluppa nel corpo o meno. E solo i primi sintomi caratteristici di solito indicano inequivocabilmente che la malattia è iniziata. Oppure, se sono passati i normali periodi del periodo di incubazione e non ci sono segni della malattia, puoi essere calmo - nessuna infezione si è verificata.

Quanto a lungo una vittima morso deve monitorare attentamente le sue condizioni e quali sfumature è importante prendere in considerazione saranno discusse di seguito ...

 

La durata del periodo di incubazione dell'encefalite da zecche

Va tenuto presente che la durata del periodo di incubazione dell'encefalite da zecche non è un valore costante - è individuale per ogni persona e dipende dai seguenti fattori:

  • Il numero di particelle virali che sono entrate nel corpo con un morso;
  • Lo stato del sistema immunitario al momento dell'infezione;
  • Il numero di zecche, persona morsa.

Più zecche aderiscono alla pelle umana e più a lungo succhiano il sangue, maggiore è la possibilità di contrarre un'infezione.

Ci sono stati casi in cui l'encefalite si è manifestata tre giorni dopo il morso, ma ci sono anche prove dello sviluppo della malattia 21 giorni dopo l'attacco di zecche. In media, il periodo di incubazione dell'encefalite da zecche dura 10-12 giorni, e dopo questo periodo la probabilità di ammalarsi è significativamente ridotta.

Le persone con un'immunità indebolita dovrebbero guardare soprattutto se stesse - sono più probabilità di ammalarsi dopo un morso di zecca. Nelle persone con una forte immunità, anche un'infezione affidabile nel corpo è nella maggior parte dei casi soppressa dalle forze del sistema immunitario e la malattia non si sviluppa.

Su una nota

A rischio sono anche le persone che sono recentemente arrivate in una regione endemica per l'encefalite da zecche. I veterani di queste aree possono avere un'immunità che si è formata in modo naturale - con punture rare di zecche e ingestione di piccole quantità di virus. I nuovi arrivati ​​non hanno tale protezione e, se vengono morsi, la probabilità di essere infetti è molto più alta.

Anche l'età ha un ruolo, sebbene non fondamentale.Secondo le statistiche, i bambini sono più sensibili all'encefalite da zecche - in alcune aree la loro quota è superiore al 60% dei casi. Ciò può essere dovuto sia all'immunità imperfetta del corpo del bambino rispetto agli adulti, sia al fatto banale che il bambino è più esposto alle possibili infezioni (giocando con i coetanei) e non è così attento alla propria protezione dalle punture di zecche.

Secondo le statistiche, i bambini hanno maggiori probabilità di contrarre l'encefalite da zecche rispetto agli adulti.

Tuttavia, non esiste una singola fascia d'età i cui membri non siano affatto colpiti dall'encefalite da zecche.

Di conseguenza, dopo una puntura di zecca, le condizioni di ogni persona interessata dovrebbero essere monitorate per tre settimane. Se durante questo periodo i sintomi dell'encefalite da zecche non si sono sviluppati, allora puoi essere calmo - il pericolo di ammalarsi è passato.

Su una nota

C'è un altro modo di contrarre l'encefalite - attraverso il latte crudo di capre e mucche infette, o i corrispondenti prodotti caseari. Inoltre, se le capre vengono infettate dal virus KE, le mucche del corpo lo riproducono in modo assolutamente asintomatico.

Quando si mangia latte infetto, l'incubazione del virus è mediamente più veloce e la malattia compare in circa una settimana.

La contaminazione della CE può verificarsi anche durante il consumo di latte crudo di capra o di mucca.

Ora vediamo cosa succede al virus immediatamente dopo che entra nel corpo umano e come si sviluppa durante il periodo di incubazione ...

 

La penetrazione della TBE nel corpo e lo stadio iniziale del danno tissutale

Il virus dell'encefalite da zecche è una particella sferica microscopica con una dimensione di diverse centinaia di millesimi di millimetro. Quando una zecca infetta morde una persona, un gran numero di tali agenti infettivi entrano nel corpo insieme alla saliva del parassita.

Durante il succhiasangue, il parassita inietta la ferita nella ferita, che può contenere un'infezione.

Una volta nella ferita, le particelle virali (infatti, queste sono molecole di RNA nel guscio proteico) dallo spazio intercellulare penetrano direttamente nelle cellule ospiti. Si tratta in genere di cellule del tessuto sottocutaneo e muscoli adiacenti (sebbene questo possa anche essere il tratto gastrointestinale se infetto da prodotti lattiero-caseari).

Quando una particella virale entra nella cellula, perde la membrana e solo l'RNA si trova all'interno della cellula ospite. Raggiunge l'apparato genetico nel nucleo, è incorporato in esso, e in futuro la cellula produrrà continuamente insieme ai suoi componenti anche le proteine ​​e l'RNA del virus.

Quando una cellula infetta produce una quantità sufficiente di particelle infettive, non può più svolgere le sue funzioni e funzionare normalmente.Le cellule letteralmente imbottite di particelle virali vengono distrutte - di conseguenza, un gran numero di virioni entrano nello spazio extracellulare e si diffondono ad altre cellule, ei prodotti di decadimento di una cellula morta (e in parte antigeni di particelle virali) causano l'infiammazione. Durante il periodo di incubazione, il numero di particelle virali nei tessuti umani è in costante e molto rapida crescita.

La foto sotto mostra come particelle di virus dell'encefalite trasmesse da zecche assomigliano al microscopio:

È così che le particelle del virus dell'encefalite trasmesse dalle zecche appaiono sotto un microscopio elettronico.

Se il sistema immunitario di una persona infetta è abbastanza forte, identifica rapidamente gli antigeni del virus come pericolosi e inizia a produrre anticorpi che legano le particelle virali, impedendo loro di infettare nuove cellule. In questo caso, nessun sintomo della malattia non apparirà - gradualmente l'infezione sarà completamente soppressa. Ma se gli anticorpi non vengono prodotti (per esempio, il sistema immunitario non identifica il virus come una struttura pericolosa per il corpo), o non ce ne sono abbastanza, allora i virus passano nel sangue e con esso si diffondono in tutto il corpo.

Inizialmente, l'encefalite trasmessa da zecche colpisce e distrugge le cosiddette cellule reticoloendoteliali che svolgono una funzione protettiva.Tuttavia, tre giorni dopo l'infezione, il virus è in grado di penetrare nel sistema nervoso centrale.

È il cervello il luogo più favorevole per la riproduzione del virus - e qui funziona allo stesso modo, distruggendo le cellule e infettando nuove. Ma se il tessuto sottocutaneo viene rapidamente ripristinato quando danneggiato, allora le cellule nervose sono private di questa capacità. Questo e un pericoloso danno al cervello per qualsiasi organismo - le cellule cerebrali e la dura madre non vengono ripristinate per molto tempo e il loro danno porta a continue violazioni dello stato di salute.

Il cervello è il luogo ottimale per la riproduzione del virus KE.

Nonostante il fatto che nel caso classico l'encefalite abbia inizio piuttosto bruscamente e inaspettatamente, a volte nel periodo di incubazione, si verificano cambiamenti nello stato di salute - i cosiddetti sintomi prodromici. Questi includono un aumento della stanchezza, debolezza, sonnolenza, scarso appetito, malessere generale. Questi sono i primi segni di un'infezione.

Su una nota

Nella maggior parte dei casi, l'infezione passa inosservata e la malattia assume una forma asintomatica cancellata. Si può solo intuire l'infezione dalla presenza di anticorpi nel sangue di una persona apparentemente perfettamente sana.

Quando la quantità di un virus moltiplicatore inizia a interferire con il normale funzionamento del corpo, compaiono i primi sintomi della malattia. Se l'encefalite trasmessa da zecche in questo caso corrisponde al sottotipo dell'Estremo Oriente, allora le lesioni pesanti del sistema nervoso si verificano piuttosto rapidamente. A causa della degradazione delle cellule nervose, delle crisi epilettiche, della debolezza muscolare e dell'atrofia, può verificarsi paralisi.

La mortalità nei pazienti in Estremo Oriente è piuttosto alta: questo è un quarto di tutti i casi di malattia. In Europa, la probabilità di morte per encefalite è molto più bassa - solo l'1-2% dei pazienti muore.

 

La persona è infetta durante il periodo di incubazione?

Allo stato attuale, solo due possibili modi di infezione da encefalite trasmessa da zecche sono conosciuti - attraverso i morsi di zecche infette, così come attraverso il latte e prodotti caseari da capre e mucche infette. Se una persona ha l'encefalite da zecche, allora non è contagioso con gli altri. Ciò riguarda sia il periodo di incubazione che il tempo delle manifestazioni più gravi. La malattia non verrà trasmessa durante la comunicazione (aerea), toccando o attraverso le mucose.

Sia nel periodo di incubazione che in caso di encefalite trasmessa da zecche, il paziente non è contagioso e non pericoloso per gli altri.

Lo stesso vale per gli animali domestici - da un cane malato,che il segno di spunta ha infettato, il proprietario non può ottenere l'infezione (è utile tenere a mente che i cani nella maggior parte dei casi sono infetti da zecche non da encefalite, ma da piroplasmosi).

Quindi non ti puoi preoccupare del pericolo di una persona mordace per gli altri - il trasferimento di CE da persona a persona è semplicemente impossibile. Anche in caso di infezione, una persona non sarà pericolosa per i suoi parenti, puoi comunicare con lui, stare nella stessa stanza e prendersi cura di lui - il virus non sarà trasmesso da goccioline trasportate dall'aria o per contatto.

 

I primi sintomi della malattia, che dovrebbero prestare attenzione

Guardando le condizioni di un adulto o di un bambino che ha sofferto di un morso di zecca, si dovrebbe prestare attenzione anche a un leggero deterioramento della salute. L'affaticamento durante i diversi giorni del periodo di incubazione può già essere uno dei primi sintomi prodromici della malattia.

Su una nota

Le persone hanno spesso paura di scoprire che il morso di zecca è diventato rosso e ha iniziato a prudere. Tuttavia, il prurito e il rossore non sono ancora segni di una malattia imminente - questa è solo una naturale reazione cutanea alla penetrazione della saliva del parassita nella ferita. Quindi, è irragionevole fare una diagnosi di CE (o borreliosi trasmessa da zecche) solo in base a questi segni.

Arrossamento e prurito al sito di una puntura di zecca non sono ancora segni di infezione.

Di norma, l'encefalite trasmessa da zecche inizia bruscamente. Spesso i pazienti possono persino nominare un momento specifico in cui si ammalano. Classici primi segni della malattia:

  • La temperatura sale bruscamente;
  • Mal di testa progressivo osservato;
  • Appare una faccia gonfia;
  • A volte c'è nausea e vomito gravi.

Tali sintomi primari sono caratteristici di un sottotipo europeo relativamente lieve di encefalite. Per la variante più severa dell'Estremo Oriente, oltre alle manifestazioni di cui sopra, già alla comparsa della malattia, la visione doppia, la difficoltà a parlare e deglutire e la minzione sono caratteristiche. Le patologie del sistema nervoso possono essere immediatamente osservate - per esempio, un deterioramento della mobilità dei muscoli del collo. I pazienti sono molto apatici e letargici, qualsiasi comunicazione aumenta il loro mal di testa e dà ancora più disagio. In futuro, questi sintomi si intensificheranno, soprattutto senza il tempo di inizio del trattamento.

All'inizio della malattia si possono osservare patologie del sistema nervoso.

È particolarmente pericoloso se i segni di danni al cervello iniziano ad apparire immediatamente. Difficoltà di movimento, convulsioni e convulsioni possono indicare una forma grave della malattia, che richiede un ricovero urgente.Tuttavia, allo stesso modo, qualsiasi sintomo progressivo dovrebbe essere un segnale per l'immediato ricovero in ospedale.

L'aiuto del medico non è meno importante nella relativamente "versione leggera" dell'encefalite trasmessa dalle zecche (europea). Questa non è assolutamente una malattia in cui puoi contare solo sulla forza del tuo corpo. Le vitamine, l'esercizio e l'aria fresca, ovviamente, sono utili, ma non cureranno sicuramente l'encefalite trasmessa da zecche. L'automedicazione e il ritardo di questa malattia sono assolutamente inaccettabili.

A volte ci sono situazioni in cui l'immediata consegna di una persona a una struttura medica è impossibile. In tali casi, è necessario posizionare il letto del paziente in una stanza buia, ma ben ventilata. Si raccomanda di dargli molta acqua. Il cibo dovrebbe essere omogeneo in modo da non causare un ulteriore mal di testa masticando. Se assolutamente necessario, è possibile utilizzare antidolorifici. Entrambi all'inizio della malattia, e quindi è necessario fornire alla persona malata la massima pace fisica, mentale e spirituale.

Su una nota

Quando si trasporta in ospedale, è importante posizionare la persona comodamente in macchina per ridurre l'agitazione.L'auto allo stesso tempo deve guidare a bassa velocità, evitare curve brusche. Va notato che più il tempo passa dall'esordio della malattia, più difficile il paziente tollera qualsiasi movimento. Pertanto, quando si verificano i primi sintomi, vale la pena contattare il medico il più rapidamente possibile.

 

Ulteriore sviluppo dell'encefalite da zecche e delle sue possibili conseguenze

L'alta temperatura alla quale la malattia di solito inizia viene mantenuta dal paziente per circa una settimana dopo la fine del periodo di incubazione. Ma questo periodo può durare fino a 14 giorni.

L'alta temperatura in caso di encefalite trasmessa da zecche può durare fino a due settimane.

Al culmine della malattia, i sintomi dell'encefalite possono variare notevolmente a seconda della sua forma. A sua volta, la forma sarà più pesante, più il virus si moltiplica nelle cellule nervose.

Nella forma più lieve, febbrile, i sintomi del danno cerebrale sono completamente assenti e si osservano solo manifestazioni infettive standard. Pertanto, questa forma di encefalite può a volte essere confusa con l'influenza.

La forma più comune di CE - meningea - è simile nei sintomi con la meningite. I pazienti soffrono di forti mal di testa, hanno aumentato la pressione intracranica e la fotofobia è presente. Questo cambia la composizione del liquido cerebrospinale.Tuttavia, anche la forma meningea, nonostante il suo pericolo, risponde bene al trattamento.

La malattia è particolarmente grave nella forma meningoencefalitica, che ha un alto tasso di mortalità. Nel cervello si riscontrano emorragie minori multiple, la materia grigia si spegne e si osservano convulsioni e convulsioni. Il recupero è possibile, ma possono essere necessari anni ed è molto raro ripristinare completamente la salute. A causa della necrosi del tessuto cerebrale, può svilupparsi una diminuzione dell'intelligenza che porta alla disabilità e allo sviluppo di disturbi mentali.

Esistono altre forme di encefalite da zecche: poliomielite e poliradicoloneurite. In questo caso, il virus è localizzato principalmente nel midollo spinale, causando un complesso di disturbi motori. Questo può essere formicolio o intorpidimento dei muscoli, sensazione di "pelle d'oca in esecuzione", debolezza degli arti. Con un risultato sfavorevole, la malattia può provocare paralisi e morte.

Le statistiche mostrano che circa un terzo dei pazienti che presentavano sintomi di grave danno al sistema nervoso, ripristinavano completamente la loro salute. Stiamo parlando di tutte le forme di encefalite di cui sopra.Allo stesso tempo, la mortalità per forme gravi della malattia varia dal 20 al 44% percento, a seconda della regione. Un gruppo separato di casi (dal 23 al 47%) - persone che hanno pronunciato conseguenze dopo una malattia, comprese le persone con disabilità.

La foto sotto mostra gli effetti dell'encefalite da zecche (atrofia dei muscoli della fascia scapolare sullo sfondo della forma poliomielite della TBE):

La conseguenza dell'encefalite da zecche

Con questo in mente, diventa abbastanza ovvio che, per qualsiasi segno evidente di compromissione della salute durante il periodo di incubazione dell'encefalite da zecche, è necessario consegnare al medico la vittima da morso di zecca il più presto possibile per chiarire la situazione e iniziare il trattamento. Prima inizia il trattamento (se necessario), minore è il rischio di possibili gravi conseguenze di CE.

 

Trattamento di encefalite da zecche

Il principale metodo di trattamento di una malattia è un ciclo di iniezione di gamma globulina antiencefalitica specifica. Questa sostanza è una proteina appartenente a una classe di anticorpi che neutralizza le particelle di virus dell'encefalite trasmessa dalle zecche nel corpo, impedendo loro di infettare nuove cellule. La stessa immunoglobulina è impostata per la prevenzione di emergenza della malattia.

Immunoglobulina umana contro l'encefalite da zecche

Spesso, nel trattamento viene utilizzata la ribonucleasi, un enzima speciale che "taglia" il filamento di RNA (che è il materiale ereditario del virus), bloccandone la riproduzione. Se necessario, il paziente può prescrivere l'interferone - una proteina speciale che migliora la propria protezione delle cellule dai danni causati dalle particelle virali.

Di solito non è necessario utilizzare tutti e tre i farmaci contemporaneamente, ma tale necessità può manifestarsi quando si sviluppa una forma grave della malattia.

Nonostante il livello di gravità dei sintomi, tutti i pazienti con encefalite da zecca mostrano un riposo a letto rigoroso. Più una persona si muove, soprattutto nel periodo iniziale della malattia, maggiore è la possibilità di ottenere complicazioni. È inoltre vietata qualsiasi attività intellettuale aumentata nel periodo acuto della malattia. Allo stesso tempo è importante aumentare la durata del sonno, c'è un cibo vario e sufficientemente ipercalorico.

Normalmente, il paziente deve essere curato in ospedale da 14 a 30 giorni. La durata minima del trattamento della CE è richiesta per la forma più lieve (febbrile) della malattia, il massimo - per la malattia meningea - da 21 a 30 giorni.

Dopo questo periodo, i pazienti di solito si riprendono completamente e possono tornare alla vita normale.Tuttavia, per due mesi dopo il recupero, vale la pena di scegliere per te stesso il regime più benigno della giornata, non per il superlavoro. Il corpo avrà ancora bisogno di tempo per riprendersi completamente.

Con un trattamento adeguato, un paziente con CE di solito recupera da 2 a 4 settimane.

Per forme più gravi di encefalite da zecche, il periodo trascorso in ospedale è compreso tra 35 e 50 giorni. Il paziente può essere completamente guarito e ottenere gravi complicazioni sotto forma di menomazioni motorie, intorpidimento muscolare, disturbi mentali.

Il rinnovo del benessere in questi casi può richiedere da sei mesi a diversi anni, e talvolta gli effetti dell'encefalite rimangono con una persona per tutta la vita.

Importante sapere

La dinamica positiva stabile nei primi giorni di trattamento non garantisce ancora il recupero. Esiste una forma di encefalite a due onde, quando, dopo una settimana di miglioramento immaginario, inizia un nuovo periodo febbrile acuto. Perciò, durante trattamento è necessario aderire rigorosamente alle raccomandazioni del dottore per evitare la ricaduta. Nella maggior parte dei casi, con le giuste azioni del paziente, c'è un recupero completo, ma per questo è importante trattare l'interazione con il medico nel modo più responsabile possibile.

 

Periodo di incubazione di altre infezioni trasmesse da zecche

Le zecche portano non solo l'encefalite trasmessa da zecche e, pertanto, se si verifica un morso del parassita, è utile avere un'idea dei possibili sintomi di altre malattie:

  • La malattia di Lyme (borreliosi trasmessa dalle zecche) è abbastanza comune in tutta Europa e in alcune regioni viene diagnosticata anche più spesso dell'encefalite. Con la borreliosi, il periodo di incubazione è in media di 1-2 settimane, ma a volte si riduce a diversi giorni o si allunga a un anno o più (tali casi sono rari, ma noti). Le prime manifestazioni della malattia sono simili a quelle con encefalite - la temperatura sale, c'è febbre, mal di gola, dolori muscolari. In generale, questo è l'inizio caratteristico della maggior parte delle malattie infettive. Tuttavia, con la Borreliosi, quasi sempre i pazienti hanno una caratteristica specifica: il sito per mordere le zecche è modificato e sembra un rossore a forma di anello. In futuro, può crescere di dimensioni. Al centro, il rossore è più chiaro rispetto ai bordi e spesso appare anche prima dei sintomi principali. Grazie a questo, la malattia di Lyme può essere identificata anche prima dei risultati della diagnostica professionale. La foto sotto mostra questo rossore (chiamato anche eritema migrante):L'eritema migratorio (ad anello) è un sintomo caratteristico della malattia di Lyme.
  • Il tifo portato dal tic tac è una malattia più caratteristica della zona siberiana. Il periodo di incubazione è molto breve, solo 2-5 giorni, settimana massima. Inizia con la febbre acuta, che può dare somiglianze con l'encefalite. Tuttavia, molto presto dopo l'insorgenza della malattia, il paziente sviluppa una eruzione di colore rosa con ulcere nel mezzo. Questa eruzione si diffonde su tutto il corpo. La malattia è pericolosa perché, come l'encefalite trasmessa da zecche, può influire sul sistema nervoso. È richiesto un trattamento ospedaliero;
  • La tularemia è una malattia diffusa nelle latitudini settentrionali temperate di tutto il mondo. Le zecche non sono i principali portatori di questa malattia, ma ci sono noti casi di infezione da loro. Il periodo di incubazione della malattia è in media 3-7 giorni e il massimo noto dura 3 settimane. La tularemia inizia acutamente come le precedenti infezioni: febbre, mal di testa, vertigini, a volte con vomito e sangue dal naso. Nella maggior parte dei pazienti, la malattia è accompagnata da congiuntivite fin dai primi giorni. Una caratteristica speciale della tularemia è un aumento significativo dei linfonodi, che può gonfiarsi fino a 5 cm di diametro. Anche caratteristica è la formazione di fistole, che non è il caso di encefalite trasmessa da zecche.

In generale, il periodo più pericoloso dopo una puntura di zecca è di due settimane. Date le possibili fluttuazioni della durata del periodo di incubazione, sarebbe meglio monitorare la condizione della persona interessata per 21 giorni dopo aver rimosso il segno di spunta. Certamente, ci sono stati precedenti e manifestazioni successive di malattia dopo un morso, ma questi casi sono molto rari. Pertanto, se sono trascorse tre settimane dall'attacco di zecche e tutto è a posto con lo stato di salute, allora possiamo tranquillamente affermare che non si è verificata alcuna infezione.

Se non ci sono prove di una malattia entro 3 settimane, allora la probabilità di ammalarsi si avvicina ulteriormente a zero.

Nonostante tutto il pericolo di encefalite trasmessa da zecche e la necessità di monitorare le sue condizioni dopo una puntura di zecca, va tenuto presente che, fortunatamente, l'infezione si verifica abbastanza raramente. Non tutte le zecche portano encefalite anche nelle aree endemiche di questa malattia. Ad esempio, in Siberia e in Estremo Oriente, solo il 6% delle zecche è infetto da un virus.

Inoltre, è dimostrato che tra le persone morse anche da zecche infette, solo dal 2 al 6% si ammala - il resto del virus non ha il tempo di entrare nel corpo (per esempio, se il parassita è stato rimosso all'inizio del succhiasangue) o viene distrutto dal sistema immunitario.Viene inoltre presa in considerazione la percentuale di progressione della malattia asintomatica.

Molto spesso, quelli che sono stati morsi sono infetti. Tali gruppi a rischio comprendono turisti, guardie forestali, cacciatori - queste persone possono regolarmente decollare da 5 a 10 zecche. Se una persona viene morsa da un segno di spunta, il rischio di ammalarsi è minimo. Molto probabilmente, dopo un tale morso, non succederà nulla di terribile, quindi non devi andare nel panico. Ma è imperativo osservare il tuo benessere, così come hai bisogno di vedere un medico se ci sono evidenti sintomi della malattia durante i periodi standard del periodo di incubazione.

 

Video utile: come riconoscere l'encefalite trasmessa da zecche nel tempo e cosa è importante sapere su questa malattia

 

Esempi di effetti dell'encefalite da zecche

 

Lascia il tuo commento

su

© Copyright 2013-2018 klop911.ru

Non è consentito l'utilizzo di materiali dal sito senza il consenso dei proprietari

Politica sulla privacy | Accordo per gli utenti

feedback

gli inserzionisti

Mappa del sito

Cimici

scarafaggi

pulci